BigTour USA blog | BigRock


Per trovare la propria strada bisogna prima perdersi.

Moab
2016-06-28 19:14:38
Moab è un posto incredibile, in mezzo al nulla, per arrivarci siamo passati in una delle più belle strade in assoluto di sempre.
Vicino ad un fiume, lungo la gola di un grande canyon, passando direttamente da campi con strade sterrate dove abbiamo sperimentato come fare per stare sul tetto della macchina senza ustionarsi completamente.
Abbiamo visto una piccola cittadina abbandonata, animaletti di ogni tipo, sole...tantisismo sole.
Per il tramonto siamo andati "al panino perfetto", un posto a metà tra il mistico e l'incredibile.
Per arrivarci bisogna percorrere una strada che costeggia la roccia a strapiombo su più di 400 metri di dislivello.
Ci siamo fermati su di uno spiazzo che dava direttamente sull'immensità di quel posto.
Abbiamo aspettato in silenzio il tramonto, poi al buio, siamo rientrati.

Emozionante.

2016-06-28 21:17:42
L'invidia si fa sempre più grande. Cavoli. Bellissimo
Grand Junction, Colorado
2016-06-27 17:37:13
Oggi è stato il primo giorno della "macchina numero 1".
Il primo giorno nel quale si prova a fare "il capo", e soprattutto si prova a fare "la squadra". Perchè un capo, senza una squadra, non va da nessuna parte, e una squadra senza un capo, è difficile che arrivi dove vuole arrivare.
Servono entrambi le cose.
Nessuna delle due è una cosa facile da fare.
Oggi lo abbiamo provato direttamente sulla nostra pelle, e lo faremo in ogni altro giorno da oggi in poi.
Siamo partiti presto, abbiamo fatto benzina, e ci siamo immersi subito "nel nulla", siamo usciti dalle grandi città, e siamo finiti dritti in un lago a fare tuffi dagli scogli, poco dopo ci siamo ritrovati a camminare in un sentiero al bordo di un fiume in una gola di un canyon, la sera invece siamo diventati cacciatori di stelle.
Abbiamo modificato il nostro punto di arrivo, e, invece che arrivare a Moab come ci siamo detti la mattina, abbiamo preferito cambiare itinerario e fermarci prima ma spendere meno negli hotel.
Siamo stati davvero una bella squadra oggi.
Lo saremo anche domani...abbiamo iniziato a capire come funziona.

2016-06-27 20:49:13
Bellissimo!!
2016-06-27 17:55:49
Bravi bravi bravi, siete sempre bellissimi!!!!!
Salida
2016-06-27 00:57:20
Oggi abbiamo scalato una duna di sabbia.
Come quelle del deserto.
Prima di arrivarci però bisogna attraversare un fiumiciattolo...e poi iniziare a camminare.
Tantissimo.
Prima in piano, poi in salita,
poi sempre più in salita.
E poi quando senti la fatica, ti accorgi che non sei nemmeno a metà, ti riposi, aspetti gli altri e altri aspettano te... poi riparti,
passo dopo passo.
Centimetro dopo centimetro.
Alla fine ci siamo arrivati tutti in cima alla duna.
Abbiamo aspettato un po, perchè una cosa cosi si conquista, millimetro dopo millimetro, e poi ci siamo buttati giù per lo strapiombo di sabbia.
Abbiamo fatto salti altissimi, siamo caduti, ci siamo rovesciati, da quanto era ripido non ci si fermava subito. si ruzzolava per decine e decine di metri.
Qualcuno ha affittato anche delle tavole da "sabbia", e siamo stati tutto il pomeriggio a fare surf sulle dune.
Incredibile.
Verso sera siamo ripartiti verso il nostro motel e durante la strada, abbiamo trovato "una zona di osservazione alieni".
Come non andare a visitarla ?
Già.
Ripartiamo dopo aver fatto il carico di energia mistica.
arriviamo in albergo verso sera.
Pulito.
Profumato.
Soprattutto con l'idromassaggio.

Oggi è stata davvero una bellissima giornata.

Partiamo. Viaggiamo. Ripartiamo.
2016-06-25 12:42:00
Partiamo da Denver in direzione sud. Abbiamo davanti a noi 2 o 3 paesini...poi sempre più piccoli...poi niente.
E visto che il niente non ci bastava, usciamo dalla freeway 25 e andiamo un po a caso nel nulla, facciamo un po di sterrato, entriamo in qualche "quartiere", passiamo "ponti" e osserviamo curiosi giardini con croci di legno e mille teschi attaccati su...
Quindi riprendiamo allegri la nostra strada.
Ci fermiamo a mangiare direttamente negli anni 50, in un posto che sembra uscito da un film.
Restiamo sempre leggeri, sappiamo che abbiamo tante ore di macchina, cosi a parte un milk shake da un litro, cocacola come se piovesse, caffè americano enorme, panino con le polpette e nessunosachesalseaffogateinunatonnellatadiformaggio, non mangiamo altro.
Facciamo un'altra oretta verso la nostra meta, un paesino con un nome impronunciabile, ci stiamo per arrivare, ma la sosta pipì ci mette un dubbio..."e se li non ci fosse posto ?",
ci ridiamo in faccia dicendoci "ma chi vuoi che ci sia qui ? in quel paese ci sono 5 motel..ci divideremo alla peggio"
Però cosi tanto per ridere chiamiamo.
ci ridono in faccia quando gli diciamo quanti siamo.
La prendiamo come un'allegra usanza americana di questi paesini, cos'altro potrebbero fare se non burlarsi di 45 simpaticissimi ragazzi italiani ?
Tuttavia sembra che la cosa sia sfuggita di mano agli albergatori, e ci ridono in faccia per 200 miglia.
Sembra che in questi paesi nel nulla, ci siano i raduni più incredibili del mondo.
Un raduno di auto custom fuori scala che avviene una volta al millennio. Oggi.
Un raduno di campioni del mondo di motocross che avviene una volta ogni allineamento di pianeti nella galassia di antares. Oggi.
Cosi decidiamo di tornare verso Denver, perchè davanti a noi non c'è veramente veramente niente.
Nei "grandi" centri ci sono un mare di posti dove dormire.
Posti che invece sono TUTTI TUTTI pieni. Alberghi. Model. Campeggi. Tutto pieno
tutto incredibilmente pieno.

tranne uno.

E abbiamo capito come mai.

Denver.
2016-06-24 19:03:26
Siamo arrivati in albergo alle 3.30 di notte, minuto più, minuto meno.
Abbiamo viaggiato per più di un giorno.
Siamo arrivati alla Hertz per ritirare le macchine mentre altri correvano nuovamente verso l'aereo appena lasciato per recuperare l'ennesima cosa persa.
Prendiamo le macchine, tante macchine, tantissime macchine.
Tutto fila liscio come l'olio con frasi tipo "benvenuti ragazzi, fantastico, tutto pronto, le vostre macchine sono pronte, bellissime pulite, andate pure a prenderla nel box 415"
...vuoto.
Cosi dopo quasi un'ora alla hertz per farci dare le nostre 10 macchine, partiamo.
Arriviamo in albergo a notte (mattina) fonda. Le camere sono da veri ricchi. Anche l'albergo è da veri ricchi.
Domani mattina inizia il nostro viaggio.

Siamo pronti.

..prima facciamo colazione però, e non credo si possa raccontare meglio che con le immagini cosa siamo riusciti a mangiare.

2016-06-24 22:07:36
Dopo una colazione così come fate a tornare in Italia !
Ny. Arrivati dall'altra parte del mondo.
2016-06-23 23:28:42
Siamo arrivati dall'altra parte del mondo,
abbiamo fatto i controlli, quasi perso un passaporto, quasi persa una valigia...ma tutto quasi... alla fine abbiamo ritrovato sia valigia sia passaporto, e dopo il checkin ci siamo diretti tutti allegri al nostro gate C80.
Niente aereo.
Spostato al gate C113.
Nessun problema, Andiamo, arriviamo...
Spostato di 2 ore.
Guardiamo meglio il cartello,
spostato di altre 2 ore.
Abbiamo 4 ore di ritardo. Non male come inizio. Porta bene.
Cosi ne approfittiamo subito per assaggiare la cucina locale: Hamburger e patatine come se non ci fosse un domani.

*La pre-iscrizione non è vincolante.

Ad oggi ci sono

75

Posti disponibili.

10 Settembre 2018

La prossima edizione.
Salta a bordo!

6400€ + iva

Ora disponibile con finanziamento

Confronta i Master

Le informazioni da sapere
per iniziare la tua avventura.

Siamo qui per te

Hai domande da porci?
Non esitare a contattarci!


BigRock Institute of Magic Technologies - Tenuta Ca' Tron, Via Boschi 12, 31056 Roncade, Treviso
Facebook | Instagram | Youtube | Vimeo | Twitter
informativa sull'utilizzo dei cookie